«

»

Gen 12

Parigi, due milioni in marcia contro il terrore

ESTERI

Fonte: La Stampa

parigi

Oggi pomeriggio la Francia ha tornato a essere la Francia. A caldo, a “marcia repubblicana” appena finita, è il senso di questa giornata che passa già dalla cronaca alla storia. La più grande manifestazione popolare nella storia del Paese: due milioni di persone in piazza a Parigi, un altro milione nelle “manif” delle altre città.

Dopo una settimana da incubo, mai il no al terrorismo è stato detto, anzi urlato, con una voce così forte. Una valanga umana che ha sfilato da place de la Republique a place de la Nation lungo il boulevard che per una fortunata coincidenza è intitolato a Voltaire, insieme a Francois Hollande e ad altri 45 capi di Stato o di governo e ai superstiti della redazione di “Charlie Hebdo”. Nessun incidente, nessuna minaccia. L’attentato, o anche solo il gesto di un pazzo, era molto temuto, ma nessuno è stato così folle da sfidare il maggior spiegamento di forze dell’ordine mai schierato in Francia.

Doveva essere una manifestazione di unità nazionale e lo è stata. Si è vista una sola bandiera, il Tricolore, e si è ascoltato un solo canto, la Marsigliese. Applauditissimi i poliziotti, che erano contemporaneamente garanti dell’ordine e protagonisti della sfilata, cui hanno partecipato dietro lo striscione “Poliziotti in lutto”, perché i terroristi islamisti hanno anche abbattuto una di loro. E poi tanto colore nei cartelli, negli slogan, mentre l’impressionante marea umana sfilava applaudita dai balconi da cui prendevano tricolori e manifesti. Lo slogan “Je suis Charlie” era dappertutto: sugli adesivi appiccicati ai vestiti sui bagde, sui spallette, sui poster, sui cartelli, nei cori.

Una grande giornata di un grande popolo. La Francia riparte da qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>