«

»

Nov 19

“L’Italia è il più tartassato dei Paesi Ue”. Allarme sul fisco dalla Banca mondiale

ECONOMIA
Fonte: La Stampa
economia

Carico fiscale più alto d’Europa.
138esima posizione su 189 nel rapporto Paying Taxes 2014.A livello globale è più semplice pagare le tasse negli Emirati Arabi Uniti,
in Qatar e in Arabia Saudita

L’Italia si posiziona al 138esimo posto nella classifica generale per quanto riguarda il carico fiscale – rispetto a 189 economie prese in esame, e perde ben sette posizioni rispetto al 131.mo posto dello scorso anno. Il carico fiscale totale per l’impresa nel nostro Paese si conferma il più alto d’Europa, pari al 65,8% dei profitti commerciali, in calo rispetto al 2012 (68,3%) ma sempre molto distante da una media Ue&Efta scesa al 41,1% dal 42,6% dell’anno precedente e una media mondiale del 43,1% (anche questa in miglioramento dal 44,7% dello scorso anno). È quanto emerge dal rapporto Paying Taxes 2014, diffuso stamani a Mosca da Banca Mondiale, Ifc e PwC. Rapporto che prende in esame tre indicatori: il Total Tax Rate (carico fiscale complessivo), il tempo necessario per gli adempimenti relativi alle principali tipologie d’imposta e di contributi (imposte sui redditi, imposte sul lavoro e contributi obbligatori, imposte sui consumi) e il numero di versamenti effettuati.

 

Per quanto riguarda questi ultimi, in Italia le società impiegano 269 ore all’anno contro le 179 ore impiegate in media da un’impresa europea e le 268 ore l’anno della media mondiale. In altre parole nel nostro Paese le imprese effettuano 15 pagamenti contro i 13,1 europei e i 26,7 richiesti mediamente a livello globale. A breve distanza dall’Italia si posiziona la Francia con un indice di Total Tax rate di 64,7%, seguita dalla Spagna (58,6%). Tra i primi 10 Paesi al di sopra della media europea per Ttr troviamo anche Belgio (57,5%), Austria (52,4%), Svezia (52%), Ungheria (49,7%), Germania (49,4%), Estonia (49,4%) e Repubblica Ceca (48,1%). Il minor carico fiscale in assoluto in Europa è invece quello della Croazia (19,8%) meno di un terzo rispetto a quello italiano, seguito dal Lussemburgo (20,7%) e da Cipro (22,5%).

http://www.lastampa.it/2013/11/19/economia/litalia-il-pi-tartassato-dei-paesi-ue-allarme-sul-fisco-dalla-banca-mondiale-qyfawGlADC6Vfyrzrz53tN/pagina.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>