«

»

Nov 06

ANDE Genova – Investire sull’istruzione: riconoscere i bambini plusdotati per offrire un percorso didattico adeguato.

doc_bambino-plusdotato_260Con grande soddisfazione abbiamo appreso che il Governo ha messo tra le priorità la revisione dell’istruzione, dalla Scuola materna all’Università. I dati delle statistiche internazionali degli ultimi anni hanno valutato il sistema scolastico italiano in modo modesto, ponendolo quasi sempre oltre il ventesimo posto della classifica.
Teniamo anche presente che l’ONU ha dichiarato che la salute globale dei bambini è l’indicatore più importante per capire se la qualità della vita di un luogo è alta, se una società è democratica ed è ben governata.
Mentre nella scuola molto è stato fatto per l’integrazione dei disabili, degli immigrati, degli zingari, poca attenzione è stata data ai bambini plusdotati. Essi hanno caratteristiche individuali di natura biologica, che si attivano grazie alle stimolazioni della famiglia, della scuola, dell’ambiente che frequentano e che consente a ciascuno di sviluppare i loro specifici talenti. Sono bambini così intelligenti che fanno fatica a integrarsi in mezzo ai coetanei che spesso li prendono in giro o li escludono, distruggendo la loro autostima e condannandoli ai margini della società. Molti genitori riferiscono che il loro bambino, sempre tra i primi della classe in precedenza, ha perso l’interesse alla scuola e ad imparare.


Nel corso degli ultimi anni sono sorte alcune Associazioni che si occupano principalmente del problema della plusdotazione. Recentemente Step Net di Milano è stata presa a modello anche da altre Nazioni, particolarmente asiatiche, dove questo interesse è emergente, guardando il futuro non solo economico.
Il 25 Novembre prossimo terremo un Talk Show a Tele Nord dal titolo “Investire sull’istruzione: riconoscere i bambini plusdotati per offrire un percorso didattico adeguato”. Con questo le socie di ANDE Genova si sono poste l’obiettivo di sensibilizzare le istituzioni pubbliche e private sul riconoscimento e sulla valorizzazione del talento e del potenziale dei bambini attraverso la scuola. Sono da privilegiare l’abilità intellettuale in generale, l’attitudine in uno specifico ambito di studio, il pensiero creativo o propositivo, l’abilità di leadership, le arti visive e pratiche, l’abilità psicomotoria.
Il Conduttore è il Dott. Paolo Lingua, noto giornalista di vasta cultura, Presidente di Tele Nord. Gli intervistati sono Anna Maria Roncoroni, Psicologa, Presidente dell’Associazione Italiana per lo Sviluppo del talento e della plusdotazione; Maria Galasso, Esperta nella ricerca didattica, Formatrice dei Docenti; Padre Prof. Giuseppe Oddone, Rettore del Collegio Emiliani; Alberto Ferrando, Pediatra di Famiglia, Vice-Presidente dell’Ordine dei Medici di Genova; Daniela Caprino, Pediatra e Psicologa dell’Istituto G. Gaslini; Sami Rawash, un ragazzo sicuramente plusdotato, oggi Studente del 3° Anno di Fisica all’Università di Padova; Luisa Massimo, Presidente di ANDE Genova, Primario Pediatra Emerito dell’Istituto Giannina Gaslini, Esperto di Bioetica dell’Unione Europea (Bruxelles).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>