«

»

Nov 20

Social card anche agli immigrati, in arrivo i fondi nella legge di Stabilità

ECONOMIA

Fonte:Corriere della Sera

Corriere della Sera

Corriere della Sera

La carta acquisti vale 40 euro al mese ed era stata pensata per aiutare le famiglie in difficoltà con le spese alimentari, mediche e per le bollette

La Carta acquisti verrà confermata anche ai cittadini extracomunitari. È quanto prevede un emendamento del Governo alla legge Stabilità. La mancata approvazione della proposta, si legge nella relazione tecnica, comporterebbe il recupero dei contributi gia’ erogati nei primi tre mesi di quest’anno e «non consentirebbe di pagare a Poste i compensi previsti per il servizio comunque prestato per assicurare la continuità del programma». Senza l’ok all’emendamento verrebbe meno anche la sperimentazione avviata nei dodici Comuni con oltre 250mila abitanti. La social card vale 40 euro al mese e viene caricata ogni due mesi con 80 euro, sulla base degli stanziamenti via via disponibili. E’ pensata per sostenere i cittadini in difficoltà per la spesa alimentare, sanitaria, e il pagamento delle bollette della luce e del gas. La Carta Acquisti viene concessa agli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni o ai bambini di età inferiore ai tre anni (in questo caso il titolare della Carta è il genitore) che siano in possesso di particolari requisiti e redditi bassi.Critico il Pdl.

 

Fondi per le calamità e i non autosufficienti

In arrivo 60 milioni aggiuntivi nel 2015 per il fondo emergenze nazionali. A questo punta un emendamento firmato dal governo e presentato alla legge di Stabilità. Al fondo emergenze si ricorre ad esempio in caso di calamità naturali, come quelle create in queste settimane dal maltempo. Via libera della commissione Bilancio anche all’aumento da 250 a 400 milioni di euro del fondo per la non autosufficienza: soddisfatto il Comitato 16 novembre onlus delle persone malate di Sla, già sceso in piazza nelle scorse settimane per chiedere un aumento dei fondi. «Adesso però – afferma Mariangela Lamanna, la vicepresidente – la preoccupazione è capire bene il senso dell’emendamento presentato». Il punto, spiega, «è che questi fondi devono essere destinati esclusivamente all’assistenza domiciliare indiretta per i malati, per consentire alle famiglie con membri affetti da disabilità grave di potersi pagare un’assistenza dignitosa nelle proprie case». Approvato anche un emendamento alla legge di stabilità che aumenta a 650 mila euro all’anno fino al 2017 il finanziamento per l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza da lui presieduta. Decisione che arriva proprio nel giorno in cui si festeggia la Giornata internazionale dell’infanzia e i 25 anni della Convenzione Onu.

I lavori della commissione

La commissione Bilancio della camera procede in modo «svizzero» sulla Legge di Stabilità. Cioè in modo `ordinato´, senza notturne estenuanti (per il momento) e nei tempi stabiliti. Il tutto in attesa che domani inizi il voto in aula sul Jobs Act. Lo spiega il presidente, Francesco Boccia, durante una pausa dei lavori. «Abbiamo ancora da votare (oggi) circa 150 emendamenti – dice Boccia – e di sicuro finiremo entro mercoledì (giovedì il testo è atteso in aula)». Nel week end la commissione non dovrebbe lavorare in concomitanza con le regionali in Calabria ed Emilia Romagna.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>