«

»

Mag 09

Renzi: “Calenda sarà il nuovo ministro dello Sviluppo economico”

Fonte: La Stampa

Carlo Calendra

Il politico-manager torna da Bruxelles per prendere il posto al dicastero lasciato da Guidi. «Giurerà in settimana». E sulle unioni civili: «Mettiamo la fiducia, via libera entro giovedì»

Carlo Calenda sarà il nuovo ministro dello Sviluppo economico. Ad annunciarlo il premier Matteo Renzi nel corso della trasmissione “Che tempo che fa” su Rai 3. «Ho detto in tutte le sedi che del nome dovevo parlare prima col presidente della Repubblica (Sergio Mattarella, ndr). Ne ho parlato? Sì. Il nuovo ministro è Carlo Calenda», ha spiegato il premier al conduttore Fabio Fazio. «Gli ho chiesto di tornare da Bruxelles: giurerà in settimana al Quirinale», ha aggiunto Renzi.

CHI È IL NUOVO MINISTRO
Carlo Calenda andrà a coprire il posto lasciato vacante dalla ministra Federica Guidi che si è dimessa, più di un mese fa, dopo la pubblicazione delle intercettazioni con il compagno Gemelli indagato dalla Procura di Potenza. Figlio dell’economista Fabio Caldenda, Carlo ha 43 anni e ha già ricoperto l’incarico di vice ministro dello Sviluppo economico nei governi di Enrico Letta e dello stesso Renzi. Nel marzo 2016 era stato nominato rappresentante permanente dell’Italia presso l’Unione europea.

“UNIONI CIVILI ENTRO LA SETTIMANA”
Oltre a quello relativo al nuovo ministro, Renzi ha fatto un altro annuncio sulle unioni civili. «Mercoledì o giovedì prossimi l’Italia avrà una nuova legge sui diritti civili. Metteremo la questione di fiducia. Mi sento tranquillo che la cosa passi. È un altro segnale che le cose cambiano», ha aggiunto Matteo Renzi. «È una cosa bella per tutti e non solo per gli omosessuali», ha concluso il premier. Nonostante infatti alla Camera la maggioranza sia ampia, come sempre sui temi etici i malumori sono trasversali agli schieramenti e non è escluso che per alcune votazioni potrebbero crearsi alleanze alternative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>