«

»

Gen 26

Puigdemont candidato presidente, il 30 gennaio il voto del Parlamento

Fonte: La Stampa

Il leader in esilio è l’unico candidato. Madrid ha già annunciato il ricorso alla Corte costituzionale

Il presidente del parlamento catalano Roger Torrent ha deciso di convocare martedì 30 gennaio a partire dalle 15 la sessione di investitura del nuovo presidente catalano con Carles Puigdemont quale unico candidato all’elezione, riferisce Tv3. L’ordine del giorno prevede un solo punto: «dibattito sul programma e voto di investitura del deputato Carles Puigdemont, candidato alla presidenza della Generalità di Catalogna».
Le incognite non mancano. Il governo spagnolo ha avviato il procedimento per portare dinanzi alla Corte costituzionale la candidatura di Puigdemont alla presidenza della Generalitat. È stata la vicepresidente del governo, Soraya Sa’enz de Santamari’a, ad annunciare alla Moncloa che l’esecutivo porterà dinanzi al Tribuale Supremo la decisione del Presidente del Parlament, Roger Torrent, di proporre Puigdemont como candidato alla Presidenza della Generalitat.
Su Puigdemont, riparato in Belgio, pesa un mandato di arresto in Spagna per reati di ribellione e sedizione. L’esecutivo chiederà alla Corte Suprema di sospendere la decisione di Torrent di nominarlo come candidato per l’investitura. Il tentativo è di convincere Torrent a scegliere un altro candidato.
Ciudadanos e PP hanno plaudito la decsione del governo. Il portavoce di JxCat, Eduard Pujol, ha accusato il governo di «colpo di Stato» perché «non accetta il risultato» delle elezioni del 21 dicembre e vuole «forzare» il presidente del Parlament in modo che Puigdemont rinunci alla candidatura.
Secondo gli indipendentisti di PDeCAT al Congresso, il ricorso del governo non ha «fondamento legale». Intanto a ormai sette giorni da quando scadrà il termine per tenere la sessione di investitura del nuovo presidente della Generalitat, la data rimane ancora un mistero. Junts per Catalunya e Esquerra Republicana divergono sulla data auspicabile, ERC vuole il 30 gennaio; e Junts per Catalunya il 31. Torrenti dovrebbe annunciare in giornata la sua decisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>