«

»

Gen 25

Giovani scrittrici social club

Fonte: La Repubblica

Tastiera smart

di Laura Montanari

Sono adolescenti, raccontano storie d’amore. I loro romanzi li pubblicano a puntate su Wattpad, una app online per chi sogna di fare letteratura e che ora spopola anche da noi. Testi digitali sugli smartphone nel tempo libero su cui puntano gli editori per farne dei bestseller

Scrivono romanzi a puntate digitando sulla microtastiera di un cellulare o di un portatile. Scrivono in treno, in bus, seduti su una panchina, nei corridoi della scuola. Dieci righe, cinquanta o quante ne vengono. Scrivono e postano in rete di getto, un episodio dopo l’altro, senza avere un plot definito in testa. Rileggendo al volo e premendo invio su Wattpad, la piattaforma online, fabbrica di scrittori in erba diventata un successo globale che ha creato il fenomeno After di Anna Todd. Da lì adesso gli editori anche in Italia pescano romanzi e giovanissimi scrittori. Anzi scrittrici dal momento che all’80 per cento è frequentata da ragazze.

Le storie prendono forma, i personaggi si innamorano, si tradiscono, si lasciano come in una serie, a puntate, e viaggiano in questa social biblioteca di nativi digitali (e non) cresciuta molto anche in Italia. Emergono così, da Bolzano a Palermo, centinaia di nuovi smart-writer e si muovono, a caccia di possibili bestseller, grandi e piccoli editori. Rizzoli e Fanucci hanno già mandato nelle librerie i primi romanzi estratti da questo serbatoio letterario popolato di fantasy e di fanfiction scritte per lo più da adolescenti per adolescenti. Accanto agli intramontabili Harry Styles e Liam Payne degli One Direction ispiratori di numerosi episodi, ci sono protagonisti di casa nostra: campioni dello sport come i calciatori da Morata e Dybala, da Florenzi a Higuain o della musica come Ignazio Boschetto, uno dei componenti del gruppo Il Volo, Mika, Jovanotti, Ligabue o star della rete provenienti da Youtube o Vine, da Cameron Dallas a Nash Grier ad altri.

La app di Wattpad si scarica sul telefonino (o si accede al sito collegandosi dal computer): è un social network di self publishing con oltre 40 milioni di iscritti nel mondo. In Italia i numeri lievitano di settimana in settimana: conta attualmente oltre un milione di user e più di 600mila storie pubblicate. Così nelle “stanze” digitali in cui è nato After, è cominciato un intenso scouting editoriale per scovare nuove Anna Todd, la scrittrice texana autrice di una serie nata online approdata poi sugli scaffali delle librerie e tradotta in trenta lingue (in Italia il romanzo è stato pubblicato da Sperling & Kupfer).
È una letteratura che nasce dal basso e che vive di un rapporto molto stretto fra chi legge e chi scrive: “A volte capita che cambio il carattere di qualche personaggio accogliendo i suggerimenti dei lettori che commentano in diretta in fondo al capitolo”, racconta Cristina Chiperi, diciassette anni, nata in Moldavia, ma padovana di adozione, studentessa di un liceo classico. Cristina ha appena pubblicato con Fanucci, una casa editrice indipendente attenta a quel che produce la rete, My dilemma is you che in due settimane ha venduto nella versione cartacea 30mila copie scalando la classifica della narrativa italiana: oggi si trova sei posti sotto a Fabio Volo, ma davanti ad autori allenati ai successi come Malvaldi o Camilleri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>