«

»

Set 21

Elezioni, dai nuovi equilibri ai regolamenti di conti. Che cosa succederà dopo lo scrutinio

Fonte: Corriere della Sera

La maggioranza (ma anche il centrodestra) è destinata a fibrillare. Solo un pareggio alle Regionali garantirebbe ai partiti tempo prezioso

Giunta a metà del suo percorso, la legislatura viene posta davanti a un bivio, tra un’affannosa stabilità e una caotica crisi dell’intero quadro politico. Le urne decideranno per un verso le sorti del governo, per l’altro influenzeranno le strategie future delle forze di maggioranza e opposizione. È chiaro che una netta affermazione del centrodestra alle Regionali scardinerebbe l’alleanza giallorossa e la linea Maginot costruita a difesa dell’esecutivo, aprendo la strada verso l’ignoto: l’impossibilità di andare subito alle elezioni e la difficoltà di trovare in tempi rapidi un nuovo punto di equilibrio in Parlamento, metterebbero a dura prova l’intero sistema dei partiti e insieme le istituzioni. Probabilmente una sconfitta per 4-2, con la perdita della Puglia ma non della Toscana, consentirebbe alla coalizione di governo di resistere alla spallata, ma la costringerebbe ad affrontare problemi politici di non poco conto. Con le regioni guidate a grande maggioranza dal centrodestra, infatti, l’esecutivo sarebbe chiamato a gestire una fase di maggiore conflittualità sia nel rapporto con i territori sia nell’attività alle Camere. E la pressione si farebbe sentire su materie come l’Autonomia regionale, ma soprattutto sulle decisioni da assumere per l’emergenza-virus e sulle scelte di indirizzo per le risorse europee del Recovery fund. Un risultato di parità garantirebbe invece a Conte la permanenza a Palazzo Chigi, pur senza sciogliere il nodo legato alla capacità dell’esecutivo di saper affrontare e risolvere i problemi del Paese. Sarebbe insomma la vittoria del premier, che pure non si è speso nel test elettorale. Ma non assicurerebbe automaticamente la stabilità, perché la sopravvivenza di Conte finirebbe comunque per gravare sulle spalle delle forze che lo sorreggono e che mostrano un forte grado logoramento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>