«

»

Giu 15

Brugnaro conquista Venezia, Casson e il Pd vanno ko. Il neoeletto: “Non siamo qui per le vendette”

POLITICA

Fonte: La Stampa

Untitled-1

Il centrodestra conquista anche Arezzo, Rovigo, Chieti e Nuoro. Il centrosinistra vince a Mantova e Lecco. A Venaria, nel Torinese, vittoria del Movimento 5 Stelle

La maggioranza degli elettori non ha votato, il Pd perde a Venezia, e non solo. Sono le prime indicazioni del voto per i ballottaggi delle comunali, che confermano la tendenza all’astensione (ha votato il 47,11%) e che segnalano alcune difficoltà per il centro sinistra che perde diverse amministrazioni. Oltre due i milioni di cittadini che sono stati chiamati alle urne per il turno di ballottaggio che riguarda 12 dei 17 capoluoghi andati al voto il 31 maggio ecomplessivamente 78 Comuni, 13 dei quali in Sicilia.

VENEZIA

Luigi Brugnaro ha vinto il ballottaggio ed è sindaco di Venezia. Il candidato del centrodestra si è sempre mantenuto avanti durante tutto lo spoglio. Sconfitto Felice Casson che era in testa al termine del primo turno.

«Siamo persone perbene e che lavorano, non siamo qui per le vendette». A dirlo il neo sindaco di Venezia Luigi Brugnaro davanti ai suoi sostenitori, a Mestre, prima di festeggiare l’esito del ballottaggio in piazza Ferretto con un enorme girotondo. nella notte, poi, trasferimento a Venezia. «Da domani – ha detto Brugnaro – si lavora per la sicurezza, il lavoro e i giovani. Quello che stiamo facendo già da ora – ha proseguito – è per tutta la città, perché il nostro non è un movimento di parte ma siamo per la città e i cittadini di Venezia».

 

ROVIGO

Massimo Bergamin, 50 anni, leghista, è il nuovo sindaco di Rovigo. Ha vinto al ballottaggio superando Nadia Romeo, 43 anni, candidata del centrosinistra. Quando mancano meno di 2.000 schede da scrutinare, Bergamin ha il 60% delle preferenze contro il 40% della sfidante. Dopo un anno di commissariamento del Comune, il centrodestra continua a guidare Rovigo, ma Bergamin è di fatto il primo sindaco del Carroccio del capoluogo polesano. Il candidato del Pd, Nadia Romeo, ha perso la sfida. L’affluenza finale è stata del 42,6% (64,3% al primo turno), in totale sono stati poco più di 18mila i rodigini che sono andati a votare.

 

AREZZO 

Alessandro Ghinelli, candidato della lista civica «OraGhinelli» sostenuta dai partiti di centro destra, è il nuovo sindaco di Arezzo. Dopo un testa a testa fino all’ultima sezione con Matteo Bracciali del centro sinistra, Ghinelli ha vinto con una percentuale pari al 50%: partiva in svantaggio ed ha rimontato il 9%.

«Dedico questa vittoria a tutta la squadra cha ha collaborato con me e ad Arezzo, che se lo merita. Sono felice, da domani per Arezzo si apre una nuova epoca», ha detto.

 

MANTOVA 

Il centrosinistra strappa al centrodestra il comune di Mantova. Mattia Palazzi (Pd, Sel, civiche) ha ottenuto al ballottaggio il 62,56% dei voti.

 

LECCO

Il centrosinistra ha confermato al ballottaggio il sindaco di Lecco. Virginio Brivio (Pd, liste civiche) ha ottenuto il 54,38% dei voti. Con questa conferma e la conquista di Mantova, il centrosinistra governa in tutti i capoluoghi della Lombardia, escluso Varese.

 

NUORO

Si profila un risultato clamoroso e una batosta per il Pd a Nuoro. Quando sono stati scrutinati i primi 22 seggi sui 45 totali, il distacco tra i due sfidanti è già abissale: Andrea Soddu, appoggiato da quattro liste civiche più il Partito sardo d’azione e La Base, è in testa con quasi il 70% delle preferenze contro il 31% del sindaco uscente Alessandro Bianchi, esponente del Pd sostenuto dal centrosinistra.

 

MACERATA

Il sindaco uscente di Macerata Romano Carancini, 54 anni, Pd, a capo di una colazione composta, oltre che dal suo partito, da Udc, Idv e civiche, fa il bis. Ha ottenuto il 59,11% dei consensi (39,9% al primo turno), battendo Deborah Pantana (Fi e civiche), 45 anni, mediatrice familiare, che però ha recuperato dal 18% del primo turno arrivando al 40,89%. A Fermo, invece, quando le sezioni scrutinate sono 27 su 37, stravince con il 69,72% Paolo Calcinaro, presentato da due civiche. Non ce la fa Pasquale Zacheo, 46 anni, ex capitano dei carabinieri della locale Compagnia, sostenuto da Pd e civiche, che si ferma al 30,28%.

 

MATERA

Raffaello De Ruggieri – sostenuto da liste civiche del centrosinistra e del centrodestra – è in vantaggio di diversi punti percentuali nel ballottaggio contro il sindaco uscente di Matera, Salvatore Adduce (Pd), sostenuto dal centrosinistra. Hanno votato il 58,06 per cento degli elettori.

 

VENARIA REALE

Venaria la rossa è stata conquistata dai 5 Stelle. Roberto Falcone, 49 anni, quadro dell’Ibm, è il nuovo sindaco della Reale. Sono bastati pochi muniti di spoglio per capire che i grillini avrebbero «affossato» il candidato del Pd Salvino Ippolito, che era già stato vicesindaco nella città. A mezzanotte e mezza il verdetto delle urne era netto e già si stappavano le bottiglie: Falcone 72 per cento,Ippolito 27.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>