«

»

Lug 30

All’Italia il record delle tasse. La somma è il 53,2% del Pil

ECONOMIA
Fonte: La Stampa

La Confcommercio: l’economia sommersa equivale al 17,3% del prodotto lordo

L’ufficio studi della Confcommercio alza al 53,2% la valutazione della pressione fiscale sul Pil, cioè (in parole povere) del totale delle tasse pagate rispetto al reddito complessivo annuale del Paese. A questo punto è dubbio che l’Italia sia ancora classificabile come un Paese a economia di mercato; al massimo siamo un ibrido, in cui il mercato esiste (a fatica) ma lo Stato e gli altri enti pubblici intercettano ogni anno più della metà di quanto viene prodotto.

Con questo 53,2% l’Italia si piazza al primo posto della classifica Ocse per il carico fiscale (l’Ocse è l’organizzazione dei Paesi più avanzati a economia di mercato). La Confcommercio nota che le statistiche ufficiali sono meno severe e dicono che in Italia il rapporto tasse/Pil è del 44,1%, però tenendo conto che c’è un settore «sommerso» che corrisponde al 17,3% del Pil si sale al 53,2%.

Il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli dice che «per liberare le ingenti risorse necessarie per far ripartire l’economia bisogna realizzare subito una poderosa operazione: meno tasse e meno spesa pubblica, più riforme e più lavoro. Tagliare le tasse per favorire la crescita è un passaggio ineludibile».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>